Articoli    Iniziative   Gadgets    Fonti    Media          Chi siamo    Contatti     Calendario

Una somma di piccole cose.

del 25 gennaio 2019

Pubblichiamo un articolo di Emanuele Conte, il giovane ragazzo che sarà il nostro testimone per il contest musicale della Festa dei Giovani. Ci parla di musica, di sogni, di tempo, di "trasformare un foglio di carta in un aeroplano"...

 

Ciao, mi chiamo Emanuele Conte e ho 21 anni.                                                                                                                      

Ho molti sogni nella mia vita, tra questi portare un messaggio di gioia a tante persone attraverso la musica. Per questo compongo canzoni da quando avevo 18 anni.

Ma cosa vuol dire scrivere una canzone? 

Scrivere una canzone è come fare “una somma di piccole cose”.
Niccolò Fabi, uno dei cantautori attuali che preferisco, l’ha capito bene, tanto da comporre un pezzo che si intitola proprio così.

“Chiudi gli occhi, e immagina una gioia. Molto probabilmente, penseresti a una partenza”

Come poter dare torto a questa affermazione? Spesso la nostra felicità emerge dal ricordo di un viaggio, di una vacanza fatta con la famiglia, di una gita scolastica dov’è scoppiato il primo amore, oppure dall’inizio delle vacanze, quando finalmente si assapora la libertà del poter riposarsi e avere il tempo di NON FAR NIENTE. 
È proprio questo il primo passo per scrivere una canzone: PRENDERSI DEL TEMPO!
Avere il coraggio di sospendere le attività quotidiane per stare con noi stessi e riflettere su ciò che ci circonda. Questo è il primissimo passo da fare.
Non riempite il vostro tempo di mille attività, non sono quelle che spegneranno il vostro fuoco interiore.

Lasciate spazio alla NOIA: è lei che dà il via all’ispirazione. “È da tempo che lo cerco questo tempo che mi manca”, canta Ultimo.

Nel mio percorso artistico, poi, sto imparando quanto siano importanti i piccoli particolari della vita, quelli che spesso passano inosservati. Sapete perché? Perché la nostra creatività ha il potere di trasformare un foglio di carta in un aeroplano, un mucchio di sabbia in un castello incantato, un pensiero qualunque in canzone, UN PARTICOLARE IN UN UNIVERSO … “È la fantasia che trasforma in pianeti i sassi”!

Un appuntamento tra te, il foglio bianco e la tua fantasia che si concretizza lasciando spazio alle emozioni ed esprimendole sulla carta.
Così facendo, la canzone diventa allo stesso tempo intimità e apertura. Intimità perché nasce da te e da ciò che senti dentro. Ma è anche apertura perché vuole essere di tutti coloro che poi la ascolteranno.

Ultima cosa, ma la più importante: le canzoni sono piccoli, grandi SOGNI.                                                                    Questi posso essere estremamente belli, ma a volte diventano anche incubi. Ecco che la canzone si trasforma da dolce ad inquieta, e via così.
Entrambe queste due tipologie di sogni, però, contengono tutto noi stessi e la nostra interiorità che emerge lasciando per un attimo da parte la ragione. 
Se riusciamo ad esprimere in rima questi sentimenti, il gioco è fatto!

La noia, le emozioni, i particolari e i nostri sogni sono piccole cose che sommate creano una canzone!

Se senti dentro te questa spinta alla scrittura e alla composizione PROVACI, BUTTATI SENZA PAURA.

Ci vediamo alla Festa dei Giovani!                                                                               

 

Emanuele Conte  

 


Ispettoria Salesiana San Marco // Via dei Salesiani, 15 - 30174 Venezia Mestre – VE
C. F. 
80007770268 - P. I. 02360500264 // Codice Registro Regionale Organizzazioni di Volontariato "VE0230"
 Made with love by   /  Powered by 

PRIVACY





Ispettoria Salesiana San Marco // Via dei Salesiani, 15 - 30174 Venezia Mestre – VE
C. F. 
80007770268 - P. I. 02360500264 // Codice Registro Regionale Organizzazioni di Volontariato "VE0230"
 Made with love by   /  Powered by 

PRIVACY