Articoli    Iniziative   Gadgets    Fonti    Media          Chi siamo    Contatti     Calendario

FdG19: Omelia di don Igino

del 10 marzo 2019

Un giorno sono andato sulla banchina di un porto. [...] Scoprirai che sei tatuato dalla nostalgia di qualcuno di grande, forse di Dio. La sfida è scoprire da dove arriva quella voce che ti risuona dentro e che ti scorre nelle vene.

Un giorno sono andato sulla banchina di un porto. Ho fissato l’orizzonte, quella linea affascinante e misteriosa che unisce cielo e terra. Il mio cuore avrebbe voluto essere là, solo là e da nessun’altra parte: ha scelto lui dove guardare. È un mistero il nostro cuore. Un abisso di infiniti desideri, fatti di cielo e terra, vivono in noi.

Dalla banchina del mare della vita, parti e viaggia dentro il tuo cuore. Scoprirai che sei abitato da misteri, da sospiri, dal dolore per ciò che ti manca. Scoprirai che sei tatuato dalla nostalgia di qualcuno di grande, forse di Dio. La sfida è scoprire da dove arriva quella voce che ti risuona dentro e che ti scorre nelle vene. A volte ti manca il respiro per la paura di non farcela ad afferrare quanto accade nelle stanze della tua anima.

E ti ritrovi schiavo, come il popolo ebraico in Egitto, umiliato perché, anche se hai tanti amici, di fatto ti senti solo. La solitudine è la più grande umiliazione che ci sia. È in questi momenti di deserto che diventa forte la tentazione di accettare qualsiasi cosa che la vita ti propone pur di valere agli occhi degli altri. E così c’è chi svende il proprio corpo illudendosi di essere amato e chi ricorre all’uso di qualche sostanza per essere come gli altri, chi vive la vita come una gara e chi passa il tempo davanti allo specchio sperando di sentirsi meno solo. Il risultato è rinunciare a te stesso e alla bellezza che ti abita, rinunciare a poter vivere all’altezza dei tuoi desideri.

Gesù ha resistito alle tentazioni perché sapeva che cedere all’inganno del male ferisce l’anima, imbruttisce la vita, soffoca quella voglia di vita che c’è in noi. Il fuoco che senti dentro viene da Dio. E il male vuole spegnerlo. Reagisci! Combatti perché per te nulla è mai abbastanza! I tuoi sogni vogliono lasciare il segno! Fai esplodere la ricchezza che ti abita! Tutto di te vuole diventare amore perché solo l’amore salva. E allora un semplice consiglio: non smettere di credere nell’amore.

È stato scolpito un grande Mistero di bellezza in te. Gesù vuole che tu possa togliere le catene della paura a tutta quella meraviglia che sei. Se scarcerata, profumerai il mondo. Fai sentire la tua voce a Gesù. Come il popolo ebraico, prega gridando a Dio la voglia di trovare la destinazione della tua vita, la tua ricerca di senso, la tua incontenibile fame di essere amato. C’è un grido dentro di noi. C’è un grido che ti abita. Quale è il tuo grido? La tua anima, il tuo cuore, il tuo corpo hanno un loro grido. Grida scrivendo una poesia, componendo una canzone, mandando una lettera a tuo padre e a tua madre, svegliandoti di notte per guardare le stelle, facendo dei tuoi sogni i brividi più belli, cercando Dio con un amico.

Il tuo grido dice le tue fragilità, ma è anche la strada che ti porta a Dio, rivela la parte più fragile e intima di te, e che tu speri che qualcuno ami. Tutti noi vogliamo essere amati e guardati per quello che siamo. Solo quando accetti che qualcuno ti dica Ti voglio bene per quello che sei, ti senti libero e giungi in quel punto dell’orizzonte in cui si fondono cielo e terra. Solo allora tutte le tentazioni finiscono e il diavolo se ne va sconfitto. Ogni giorno scegli tu dove guardare. Ogni giorno scegli tu di gridare a Dio la tua inquietudine e al mondo con la tua vita. E tu, che sei il sogno di Dio, potrai dire a tutti: non cercatemi tra i morti perché son vivo! Quanto è meraviglioso essere vivi!

San Paolo va oltre e scrive: se con la tua bocca proclamerai «Gesù è il Signore!», sarai salvo. Vai controcorrente e prova a pensare che Gesù centra con la tua vita. Scoprirai un modo nuovo di vivere. Parlando di Lui ti sentirai salvato dalla mediocrità e aiuterai i tuoi amici ad alzare lo sguardo verso l’orizzonte. Dio conta su di te. Dio ha bisogno di te. Dio ama attraverso di te. Dio salva attraverso di te. Tu, proprio tu, hai inscritto nel tuo DNA il desiderio di dare la vita, di amare a tutti i costi. Non c’è costo così alto che ti impedisca di amare, fosse anche quello di dare la vita. Siamo desiderio di amore e desiderio di amare. C’è in te una vita che vuole esplodere. C’è in te un vulcano di desideri. Ma quando la tua vita diventa davvero esplosiva? San Paolo lo dice chiaramente: se con la tua bocca proclamerai «Gesù è il Signore!», sarai salvo, sarai esplosivo. Riuscire a parlare di Gesù è dare un nome al Mistero che ti abita. Non solo: più parli di Gesù, più Lui cresce in te. Gesù Lo si conosce donandolo. Così l’amore: aumenta consumandosi. Per questo Cristo, morto in croce per amore, è risorto: chi ama fino a morire dando la vita, vivrà per sempre. Cristo affascina tanti, e forse anche te, perché chi vive come Lui vivrà per sempre. Questa è la bella notizia: tu non morirai mai!

La nostra missione è far cogliere a tutti che Dio ci ha fatti per l’eternità, per un amore che sarà per sempre. Dio ci ha fatti per amare all’infinito! La vera tentazione è quella di pensare che un amore così non esiste. La vera tentazione è quella di accontentarsi nell’amore. È quella di non uscire di casa pensando di bastare a se stessi stando chiusi nel proprio mondo. Ma tu muori se non ti doni. È questo il punto! Sei fatto per amare come Cristo. Il tuo cuore smette di battere se non ha un motivo per cui amare. E invece il tuo cuore è fatto per avere la tachicardia dell’amore! Non è forse vero che quando ci si innamora il cuore batte più forte e veloce? La nostra missione è far esplodere tutta la vita che ci abita, è trasgredire nell’amore. È per questo che sei al mondo! Tu sei marchiato a fuoco dalla missione di amare con un cuore senza perimetro! Parti, non aspettare domani. Inizia, e vedrai che l’anima vola.

Ogni giorno devi scegliere tu dove guardare e dove andare. Ci sono strade che son vicoli ciechi e che ti fanno girare attorno al tuo ombelico, e sentieri che non finiscono mai di stupirti portandoti lontano e facendoti scoprire che la chiave della vita è la meraviglia.

Oggi prometti di aprirti alla ricerca del Mistero che abita in te. Solo dal Mistero tu dipendi. Fidati, e ogni giorno, sulla banchina del porto del tuo cuore, saprai dove guardare. Ti ritroverai lì dove si uniscono cielo e terra. E la tua anima esploderà di vita. Per sempre.

#EJ2019 #Perlavitadeglialtri #FdG2019 #EventiJesolo2019

  • Omelia
  • Festa dei Giovani 2019
  • FdG19
  • Eventi Jesolo 2019
  • EJ19
  • don Igino Biffi

 


Ispettoria Salesiana San Marco // Via dei Salesiani, 15 - 30174 Venezia Mestre – VE
C. F. 
80007770268 - P. I. 02360500264 // Codice Registro Regionale Organizzazioni di Volontariato "VE0230"
 Made with love by   /  Powered by 

PRIVACY





Ispettoria Salesiana San Marco // Via dei Salesiani, 15 - 30174 Venezia Mestre – VE
C. F. 
80007770268 - P. I. 02360500264 // Codice Registro Regionale Organizzazioni di Volontariato "VE0230"
 Made with love by   /  Powered by 

PRIVACY